domenica 24 marzo 2013

La Chiesa e gli alieni: Papa Giovanni XXIII e quello strano incontro






Era il 1961, un pomeriggio di luglio quando Angelo Roncalli, alias Giovanni XXIII, due anni prima della sua morte, nei giardini di Castel Gandolfo,  avrebbe avuto un’incontro con un alieno.
L’informazione comparve prima in un quotidiano inglese per poi essere rilanciata dal Sun nel 1985.
Ecco cosa scrisse il Sun, riportando le parole mai smentite di Loris Francesco Capovilla segretario personale del Papa e testimone anch’egli dell’avvenimento.


Gli alieni erano sopra le loro teste: c’erano tante luci colorate che andavano dall’ azzurro all’arancio, fino all’ambra. Qualche minuto e poi è accaduto l’imponderabile e l’impossibile, quello che è difficile raccontare.  Le luci erano delle astronavi, dei dischi silenziosi nel cielo turchino d’un pomeriggio qualunque a Castel Gandolfo. Per qualche minuto sono state sopra quelle due figure inconfondibili che camminavano fianco a fianco, come 2 persone qualsiasi. Poi il contatto con una delle astronavi che si è staccata dallo stormo ed è atterrata. Si è fermato sul lato sud del giardino, il portellone si è aperto e dalla carlinga è uscito ‘qualcosa’,  di assolutamente umano, solo che… aveva una luce intorno che lo avvolgeva. Il Papa e  monsignore Capovilla sono caduti in ginocchio, poi il Santo Padre si è alzato ed è andato senza esitare verso l’Essere.  Per circa una ventina di minuti si son parlati  gesticolando ma non si poteva sentire quello che dicevano. Poi l’Essere ha voltato le spalle e se ne è ritornato da dov’era arrivato. Papa Giovanni XXIII ha guardato Capovilla e ha pianto. In seguito, l’Arcivescovo ha aggiunto che Roncalli, per anni, si è tenuto dentro il ricordo di quel pomeriggio e anche lui ha rispettato il suo silenzio…Ma questi non potrà mai dimenticare le parole di Sua Santità quando l’Essere si è allontanato ed è scomparso con la sua astronave: “I figli di Dio sono dappertutto, anche se talvolta si hanno delle difficoltà a riconoscere gli stessi fratelli.”  

Nel 1963 il Papa, malato di cancro allo stomaco,  moriva a Roma, portandosi dietro il ricordo di quell’assurdo incontro.
Storia affascinante e surreale che alcuni di certo negano e bollano come impossibile, frutto della fantasia di chi vede ufo , alieni e relativi complotti ovunque. Ma se fosse il tutto realmente accaduto? Cosa si saranno detti in quei 20 minuti di colloquio?
Di certo questa l’unica vicenda che coinvolgerebbe la chiesa e gli alieni.







Fonti:
Le Profezie di Papa Giovanni
pag. 188 e 189 di Pier Carpi

ed. mediterranee



Nessun commento:

Vota questo articolo