venerdì 13 luglio 2012

UFO mar Baltico spunta ipotesi arma nazista




Sull’ormai famoso caso conosciuto come “UFO del mar Baltico” sembra sorgere un nuova ipotesi.
L’oggetto rinvenuto l’anno scorso nei mari ghiacciati svedesi del mar Baltico, potrebbe essere un meccanismo impiegato dai nazisti nella Seconda Guerra Mondiale.

dalle analisi con il sonar realizzate dal team di Ocean Explorer si evincerebbe che il congegno costituirebbe la base di un armamento adoperato in opposizione ai sommergibili britannici e russi.
L’arma sarebbe stata fabbricata con lo scopo di “imprigionare” i sommergibili nemici.


Il Sonar 3d utilizzato per le ricerche avrebbe scoperto che la struttura realizzata in acciaio e cemento armato, all’interno è munita di angoli retti, pareti con superfici assolutamente lisce, corridoi e una struttura simile ad una scala.
 L'esperto ex ufficiale della marina svedese della Seconda Guerra Mondiale Anders Autellus  ha rivelato che la struttura  potrebbe essere la base di un dispositivo sviluppato per bloccare i movimenti sottomarini britannici e russi nella zona.
La grande struttura in acciaio e cemento potrebbe essere uno dei reperti storici più importanti degli ultimi anni.
Autellus afferma che la struttura sarebbe stata costruita a doppia parete e cemento armato con rete metallica per confondere i radar e potrebbe chiarire perché le attrezzature da immersione del team subivano ripetutamente delle avarie quando si avvicinavano all'oggetto misterioso.
La posizione strategica della struttura era importante per la macchina da guerra tedesca, semplicemente perché la maggior parte dei cuscinetti a sfera per i suoi carri armati e camion provenivano da queste zone. 
Senza questi materiali di ricambio l'esercito tedesco sarebbe rimasto a un punto morto, ha spiegato l'esperto.
Stefan Hogeborn - che sta studiando le immagini per il team X Diving Ocean - ha dichiarato che questa ipotesi  puo' fornire la risposta a questo mistero perche' l'oggetto si trova direttamente sotto una rotta di navigazione. '

Altri dispositivi nazisti di ancoraggio anti-sommergibili cosi' enormi non erano mai stati posti in altri luoghi", ha aggiunto.
Mentre il team Ocean Explorer è comprensibilmente entusiasta della loro potenziale e sconvolgente scoperta, altre persone sono 'di gran lunga più scettiche e stanno mettendo in discussione l'accuratezza delle tecnologie sonar.

Fonti:

3 commenti:

opendrive ha detto...

Chissa come mai ogni qualvolta venga ritrovato un oggetto non identificato, debbano sempre smonta
rlo......

opendrive ha detto...

Chissa come mai ogni qualvolta venga ritrovato un oggetto non identificato, debbano sempre smonta
rlo......

anarkia ha detto...

hai ragione io, comunque, non credo all'ipotesi arma nazsta

Vota questo articolo