martedì 26 giugno 2012

Visitare Cracovia - Recensione




Cenni


Cracovia denominazione completa Królewskie Stołeczne Miasto Kraków - Città Reale Capitale di Cracovia  è una città polacca di 756.300 abitanti della Polonia meridionale, una delle più antiche ed estese dello stato. È capoluogo del relativo voivodato della Piccola Polonia dal 1999; in precedenza è stata capoluogo del Voivodato di Cracovia fin dal 1308. Inoltre è un grande centro commerciale e industriale (stoffe, pelli, macchine agricole, cartiere, editoria) e un importante nodo ferroviario.
Cracovia è situata nelle aree meridionali della Polonia, sulle rive del fiume Vistola, in una valle ai piedi monti Carpazi ad un'altitudine di circa 219 metri s.l.m., ai piedi della collina di Wawel, nell'area meridionale della Piccola Polonia (Małopolska). L'altitudine varia da 220 (dolina Wisły), 238 (Wzgórze Wawelskie), 250 (Górka Borkowska-Jugowice), 380 (Kopiec Piłsudskiego).
Cracovia è stata a lungo la capitale del paese, e a tutt'oggi rimane il suo principale centro culturale, artistico e universitario. Con più di otto milioni di visitatori ogni anno, è la principale meta turistica internazionale della Polonia.


A Cracovia ci arriva facilmente con voli low cost da tutta Italia.
La moneta ufficiale è lo Zloty, (la Polonia fortunatamente per i polacchi non è in area euro).
1 Euro corrisponde a circa 4.2563 Zloty (PLN)
Dall'aeroporto internazionale Giovanni Paolo II di Cracovia - Balice, (http://www.lotnisko-balice.pl), situato a 11 chilometri a ovest dal centro città,  il secondo, per quanto riguarda la grandezza, vi sono tre autobus urbani: 192, 208 e una linea notturna 602 (gli orari disponibili sul sito http://www.mpk.krakow.pl), per andare al centro citta. Il viaggio dura circa 35-40minuti.



Il biglietto si puo acquistare nell'edicola situata nel terminal per i passeggeri (PLN 2.50 - biglietto normale, PLN 5.00 - biglietto notturno) oppure dall'autista (con il supplemento di PLN 0.50). La fermata si trova vicino alla rotonda davanti al terminal per i passeggeri.
 Un'opzione alternativa e la ferrovia che collega l'aeroporto al centro della citta. La stazione finale e quella di Cracovia Centrale (gli orari disponibili su http://www.pkp.pl).  Il treno parte mediamente ogni mezz'ora tra le 4 di mattina e la mezzanotte. Il viaggio di 15 chilometri dura circa 15 minuti. Il biglietto costa PLN 3.80 e puo essere acquistato nel treno. La stazione Cracovia - Balice e situata circa 200 metri dal terminal per i passeggeri e puo essere raggiunta a piedi oppure nel pulmino gratuito.

Per il viaggio col taxi pagheremo, a secondo dalla distanza, PLN 50-70. Si puo usufruire del posteggio di taxi vicino al terminal per i passeggeri oppure dei servizi di radio-taxi. 

Famosa per il suo piccolo e curato centro storico, per la sua immensa piazza centrale e per la curatissima fascia di giardini ampia da 50 a 100 metri che circonda completamente il centro.
Città studentesca e turistica è facilmente visitabile usando le linee tranviarie che l'attraversano capillarmente. Cracovia è candidata per il titolo di Capitale Europea dello Sport 2015. Il centro storico di Cracovia è iscritto nella Lista UNESCO come Patrimonio dell’Umanità.

















Tre giorni a Cracovia

È consigliabile alloggiare nel caratteristico quartiere ebraico il Kazimierz, dal nome del suo fondatore, Re Casimiro il Grande.  Edificata nel 1335 come cittadina distinta, nel 1800 a seguito dell’allargamento dei confini amministrativi di Cracovia, divenne un quartiere della città.
Un giorno vale la pena trascorrerlo, appunto  a kazimierz.
Il Kazimierz è diviso in due parti: ad ovest c'è quella cristiana, ad est quella ebraica. 

Nella parte cristiana si può ammirare la Piazza del Mercato (Wolnica), le chiese gotiche di Santa Caterina e del Corpus Christi e la chiesa barocca di San Stanislao sulla roccia, luogo del suo martirio.
In via Szeroka 24 vi è la Vecchia Sinagoga, (vedi fig. in basso). Fu la prima sinagoga costruita nel quartiere di Kazimierz. Oggi è uno dei monumenti più importanti dell'architettura religiosa ebraica in Europa. Qui si trova una filiale del museo storico di Cracovia dedicata alla cultura e alla storia degli ebrei della città e dell'intera Polonia.





A Piazza Wolnica, la piazza principale di Kazimierz, grande quasi come la Piazza del Mercato di Cracovia vi è il vecchio Municipio e la chiesa del Corpus Domini. Da qui, attraversiamo il ponte fino al quartiere Podgórze, dove nel marzo 1941 i nazisti crearono il ghetto. Qui si trova la Piazza degli eroi del Ghetto e il monumento costituito da 70 sedie, ispirato dalla descrizione del libro di Tadeusz Pankiewicz, "Farmacia nel ghetto di Cracovia" - dove l'autore ricorda le sedie portate nella piazza durante lo svuotamento delle case degli ultimi abitanti del ghetto.


Sempre nel quartiere ebraico si trova in Via Lipowa, (a 20 minuti dal centro), la fabbrica di Oskar Schindler, (vedi omonimo film "schindler's list"), (imprenditore tedesco che comprò una fabbrica di stoviglie nel distretto industriale di Cracovia impiegando circa 1200 lavoratori ebrei. Grazie alle sue abilità diplomatiche e alla corruzione dei gerarchi nazisti, Schindler riuscì a salvare circa 1200 ebreialtrimenti destinati al vicino campo di Auschwitz. ),  che è diventata un museo.



Dopo aver visto il quartiere ebraico la seconda tappa è visitare il centro storico di Cracovia  patrimonio dell'umanità tutelato dall'UNESCO dal 1987.
L'architettura goticarinascimentale e barocca della Città Vecchia (Stare Miasto) è mirabile testimone della lunga e gloriosa storia di Cracovia: al centro del nucleo medievale, conservatosi quasi completamente intatto, vi è la Piazza del Mercato, la più grande piazza medievale d'Europa, un quadrato di 200 metri di lato (Rynek Głowny), attorno alla quale sorgono bellissimi palazzi dei secoli XVII e XVIII, alcuni dei quali di impronta veneta, la torre civica del Municipio, il grande Mercato dei Tessuti (Sukiennice) e soprattutto la chiesa di Santa Maria. Attorno alla Città Vecchia correva una possente cinta muraria completamente abbattuta, ad eccezione di un breve tratto superstite contiguo alla porta di San Floriano e al Barbacane, durante la dominazione austriaca. Sul suo antico tracciato oggi sorge il bellissimo giardino del Planty.




 Altri punti di interesse turistico si trovano sulla collina di Wawel (residenza dei re di Polonia fino al XVII secolo), e riguardano la chiesa dei Ss. Felice e Adaucto (IX secolo), il Castello con il cortile rinascimentale degli architetti fiorentini Francesco della Lora e Bartolomeo Berecci e la Cattedrale, che racchiude le tombe dei re polacchi a partire dal Trecento e la cappella funeraria del re Sigismondo I, d'impronta italiana al pari della chiesa barocca dei Santi Pietro e Paolo, la più bella dell'Europa centrale nel suo genere.

Una giornata, infine, va dedicata ad Auschwitz che si trova a pochi chilometri da Cracovia e facilmente collegata con la città sia via treno che via pullman con un costo per il trasporto bassissimo.
Infine se si ha la possibilità, sono da visitare le Miniera di sale di Wieliczka, situate nella città di Wieliczka, nell'Area metropolitana di Cracovia, in Polonia, è in servizio dal XIII secolo, ed è tuttora utilizzata per l'estrazione del sale. È una delle più antiche miniere di sale ancora operative al mondo (la più antica in assoluto si trova a Bochnia, sempre in Polonia, a 20 km da Wieliczka).
 L’itinerario turistico consente la visita di 20 sale, collegate da gallerie lunghe circa 2 km, poste ai tre piani superiori della miniera.















I collegamenti vanno dalla stazione di Cracovia via treno o pullman.

Fonti:
it.wikipedia.org/wiki/Cracovia

Nessun commento:

Vota questo articolo