martedì 12 giugno 2012

Alieni: Il mistero del tempio di Abydos





Abydos (Abido) è una delle più arcaiche città dell'Alto Egitto e si trova  pressappoco a 11 km ad Ovest del Nilo ed a circa 450 chilometri a sud del Cairo.

Il nome originale è Abdu che significa collina del tempio, in quanto la tradizione vuole che vi fosse conservata la testa di Osiride. Abydos, assieme ad Eliopoli è stata una delle due città sante dell'antico Egitto.
Il tempio primario di Abydos ha ricevuto nove, o forse dieci, rifacimenti in un periodo di tempo che va dalla I dinastia fino alla XVI.
 Dentro il tempio sono distinguibili due incisioni in bassorilievo dalla forma di elicottero e di carro armato.

Il ritrovamento è avvenuto nel 1989 quasi per caso, nel tempio dedicato a Seti I
 Il pannello con i geroglifici fu ritrovato a circa 6 metri di altezza. Esso era sotto un altro pannello caduto rovinosamente a terra e mostra una serie di geroglifici alquanto strani.

Nella sala ipostila più esterna, si distinguono una serie di bassorilievi che assomigliano a velivoli  “dell’era moderna”: un elicottero, un carro armato ed altri velivoli futuristici.



Subito a smentire la teoria degli antichi astronauti, avanzata da appasionati e studiosi del mondo ufo ed alieni, esperti egittologi, hanno fornito la giustificazione della scoperta straordinaria, affermando che si tratterebbe di una sovrapposizione fortuita di due strati di incisioni di epoche diverse.
Vecchi geroglifici furono intonacati per scolpirne dei nuovi; con il tempo, distaccandosi il gesso, le vecchie immagini si sono fuse con le nuove creando casualmente le “macchine”.

Ma recentemente ci sono state delle critiche molto intelligenti contro la teoria ufficiale. La prima è che l’edificio è molto importante e l’uso del gesso sarebbe stato anomalo. Gli egiziani invece, avrebbero usato uno stucco speciale di arenaria di cui erano molto esperti nella lavorazione e soprattutto era molto più resistente. La teoria della re-incisione è stata valutata cercando di riprodurre materialmente ma è risultato impossibile. Infine, alcuni ricercatori ritengono che il layout degli elementi ha un rapporto forte e preciso con il concetto di sezione aurea. Il loro punto diventa molto interessante quando sostengono che sia impossibile che il rapporto aureo si mantenga anche dopo la re incisione.
Il mistero in ogni caso rimane.

fonti:

Nessun commento:

Vota questo articolo