mercoledì 23 maggio 2012

Imminente passaggio di Venere davanti al Sole

Un'immagine del transito di Venere davanti al Sole avvenuto nel 2004






Il 20 maggio 2012 si è verificata la tanto annunciata ed attesa l’eclissi anulare di Sole, che ha stregato ed  affascinato milioni di persone.
 La Luna che ha oscurato la più grande parte del Sole, ha lasciato un’anello di luce intorno alla suo contorno. Dagli Stati uniti al Giappone  il fenomeno astronomico e stato ripreso, studiato ed osservato attentamente da esperti e semplici curiosi
Ma adesso ci si predispone ad un altro evento astronomico straordinario: il transito di Venere sul disco del Sole che avverrà tra il 5 ed il 6 giugno del 2012
L’eccezionale avvenimento sarà questa volta visibile da tutti i continenti, soddisfacendo certamente tutto il pianeta.

Gli scienziati sono pronti per osservare il fenomeno dallo spazio: il Solar Dynamics Observatory (SDO) della NASA avrà un’impareggiabile visuale del transito, che rappresenta un’occasione per svolgere osservazioni e migliorare le tecniche per la scoperta di nuovi pianeti extrasolari.

L’imminente transito di Venere  che avverrà tra il 5 ed il 6 giugno del 2012, arriva ad otto anni di distanza dal passaggio precedente, avvenuto l'8 giugno 2004. Il fatto si ripeterà dopo successivi 105 anni, nel dicembre del 2117.
La fascia nel quale il fenomeno sarà in modo migliore distinguibile ed identificabile in linea di massima nella parte centrale e occidentale dell'Oceano Pacifico. Il nord America potrà osservare l'inizio del passaggio, mentre l'Asia Meridionale, il Medio oriente e gran parte dell'Europa sarà in grado di scrutarne la parte finale. Il transito non sarà individuabile nella maggior parte del Sud America e nella parte occidentale dell'Africa.
Particolarmente intensi saranno gli attimi in cui il disco di Venere tocca esternamente quello del Sole.
 Dall'Italia si potrà vedere unicamente la fase in cui Venere lambisce il contorno interno del Sole e la fase dove Venere va fuori completamente dall’anello solare.
 Precedentemente i Maya erano consapevoli di tale momento in base alle recenti scoperte e dichiarazioni dell'astronomo e archeologo Jesùs Galindo, secondo il quale nella rovine della città Maya di Mayapan  fu scoperto un antico dipinto murale, che sembrerebbe raffigurare che ciò che è stato equivocato per "fine del mondo" non fosse altro che l'avvenimento astronomico che si verificherà appunto tra il 5 ed il 6 giugno.

Alle 00:04 del 6 giugno prossimo la Terra, il Sole e Venere saranno perfettamente allineati. Venere è un pianeta "interno", sta cioè fra noi e la nostra stella.

Per questo dalle 00:04 alle 06.55 (ora locale), dalla Terra, si potrà vedere Venere passare davanti al Sole, una specie di mini eclissi, dato che questo pianeta ci appare circa 30 volte più piccolo del Sole.
Benchè il transito duri 6 ore e 50 minuti, noi dall'Italia potremo vederne soltanto l'ultima fase, quando Venere uscirà dal disco solare.
Benchè il transito del 5-6 giugno duri circa 6 ore e 50 minuti, dall'Italia potremo vederne, al sorgere del sole, solo l'ultima fase, quando Venere uscirà dal disco solare, e bisognerà alzarsi molto presto perchè alle 6h 55m tutto sarà finito.
C'è da dire, però, che si tratta dell'ultima occasione per tutti, il fenomeno non si ripeterà più fino all'11 dicembre 2117 !
Il fenomeno è infatti piuttosto raro, rispetto alla lunghezza della vita umana, ed avviene ogni 113 anni e mezzo, a coppie distanziate di otto anni. L'ultimo passaggio si è visto infatti l'8 giugno del 2004, mentre la precedente coppia di passaggi è accaduta nel dicembre del 1874 e del 1882.
Orari di sorgere del Sole per principali località italiane:
Trieste     5:17
Padova      5:25
Milano      5:36
Torino      5:43
Firenze     5:34
Roma        5:35
Pescara     5:20
Napoli      5:32
Bari        5:20
Reggio Calabria 5:35
Palermo     5:44
Cagliari    5:57
Le fasi finali del transito osservabili dall’Italia si verificano quando il Sole è ancora molto basso sull’orizzonte orientale.


fonti:


Nessun commento:

Vota questo articolo