lunedì 12 marzo 2012

UFO: l'incidente di Shag Harbour




L'Incidente di Shag Harbour  è uno dei  più straordinari, incontri con gli UFO del ventesimo secolo.

 Si è verificato nella piccola comunità di pescatori del porto di Shag sulla punta meridionale della Nova Scotia Canada.
Questo evento, pur essendo relativamente oscuro, e sconosciuto all’opinione pubblica,  è uno degli incontri sugli UFO più approfonditi e ufficialmente documentati  degli ultimi 30 anni, ed è sensazionale e mistificante, come il famoso incidente di Roswell.
 Nel cielo della sera del 4 ottobre 1967 molti residenti del villaggio hanno notato un gruppo strano di luci arancioni. 
Diverse testimonianze indicano che vi erano quattro luci arancioni quella sera.
Un gruppo di adolescenti ha visto queste luci lampeggiare in sequenza per alcuni minuti, e poi improvvisamente e rapidamente immergersi in acqua per poi rimanere a galleggiare in superfice.
 La sensazione iniziale degli osservatori era che stavano assistendo all’ ammaraggio di un aereo in emergenza.
 Una prima segnalazione giunse alla RCMP (Royal Canadian Mounted Police) in Barrington, da un giovane pescatore che disse che un aereo di linea era caduto nella baia. La prima reazione della polizia è che il giovane aveva bevuto, ma dopo altre 10 chiamate successive di denuncia dei fatti, la polizia ha subito ri-contattato il giovane pescatore per i dettagli della posizione. …
….Circa i 30 testimoni videro l'oggetto lentamente alla deriva lontano dalla riva, di circa 60 metri di lunghezza, 10 metri di altezza e forma di cupola…..

…Poi l’ oggetto ha iniziato a sprofondare sotto le gelide onde dell'Atlantico del Nord. Alcuni dei testimoni oculari affermarono di udire un rumore "sibilante". Mentre la RCMP era già in comunicazione con la Guardia Costiera canadese per accelerare al salvataggio di eventuali superstiti.
….Dopo diverse ore di ricerche nulla era stato trovato.
 Il 5 ottobre, (il giorno seguente), il Centro di coordinamento del soccorso ha presentato una relazione alla propria sede canadese in Ottawa. La relazione afferma che qualcosa si era schiantato in acqua in Shag Harbour, ma l'oggetto era di "origine sconosciuta". Furono inviate attrezzature avanzate di rilevamento e subacquei appositamente addestrati dalla Marina e dalla RCMP.
L'esercito canadese ha sistematicamente cercato il fondo del mare per diversi giorni, e non trovò nulla. 
Quindi la storia andò lentamente nel dimenticatoio fino a quando nel 1993, l'incidente Shag Harbour, ancora una volta è stato portato all'attenzione del pubblico. Ciò è dovuto agli sforzi  di due uomini che sono * investigatori MUFON, (Mutual UFO Network (MUFON), un'organizzazione no-profit che indaga su casi di presunti avvistamenti UFO. È una delle più grandi organizzazioni investigative del fenomeno presenti negli Stati Uniti), Chris Styles, e Doug Ledger che utilizzando i documenti pubblici, come ritagli di giornali, verbali di polizia, sono stati in grado di rintracciare e intervistare molti dei testimoni oculari e gli individui coinvolti nel avvistamento Shag Harbour, nel tentativo di salvataggio, e successive indagini. Attraverso il loro lavoro, alcuni indizi molto interessanti e sorprendenti intuizioni sono stati scoperti. Nelle interviste con i subacquei, e membri dell'equipaggio dei mezzi impegnati nell’operazione, sono state scoperte alcune informazioni sorprendenti.
 L'oggetto che si tuffò nelle acque al largo del porto di Shag si era spostato sott'acqua per  circa 25 miglia situandosi nella vicinanze di un posto chiamato Governement Point. 
Nel 1960 gli Stati Uniti hanno mantenuto una base piccola ma tecnicamente avanzata dal punto di vista militare; Governement Point, per la gestione di un sistema magnetico, Anomaly Detection, (griglia MAD) allo scopo di rilevare e tracciare sottomarini nel Nord Atlantico.
 L'esercito americano aveva sicuramente individuato l’oggetto con i suoi dispositivi di localizzazione sensibili. Navi da guerra sono state spedite e posizionate sopra l'oggetto non identificato.
 Dopo 3 giorni di assenza di movimento, e non sapendo esattamente cosa fosse, l'esercito stava progettando di avviare una operazione investigativa di salvataggio. Mentre la Marina stava pianificando un'azione di intervento l'apparecchiatura di rilevamento individua un altro oggetto in movimento, indirizzato verso il primo oggetto sul fondo dell'oceano. 
La teoria accreditata era, che il secondo UFO era lì a prestare aiuto al primo oggetto. 
Non comprendendo pienamente ciò con cui si aveva a che fare con la Marina ha deciso che era meglio stare in standby e osservare. Per quasi una settimana le navi della Marina hanno tenuto la loro posizione sopra gli UFO. La base di rilevamento però, trova un sottomarino russo che era entrato in acque canadesi a nord, per cui molte delle navi dovevano andare via per non rimanere sotto bersaglio. Approfittando di questa nuova situazione in superficie, entrambi UFO si allontanarono sottacqua. Le navi della Marina restanti inseguirono gli oggetti ma gli stessi hanno continuato a prendere le distanze dai loro inseguitori. Per lo stupore degli inseguitori, entrambi gli oggetti uscirono dal mare e sparirono verso il cielo in pochi secondi. 


fonte:
http://www.ufoevidence.org

Nessun commento:

Vota questo articolo