venerdì 17 febbraio 2012

Pink Floyd - Green Is The Colour



Green Is The Colour - Album More 1969



Colonna sonora del film More diretto da Barbet Schroeder; ai singoli componenti del gruppo venne offerta la somma di 600 sterline per comporre i brani; il film ebbe un notevole successo in Francia, di conseguenza fece conoscere il gruppo anche in quel paese un pò restio alla musica rock anglo-americana. Durante la preparazione della colonna sonora vennero scartate 2 canzoni: Hollywood e Seabirds. La prima era strumentale mentre la seconda fù scritta da Waters (testi e musica), doveva essere usata come sottofondo in una scena del film in cui si sarebbe dovuta sentire anche la futura moglie di Nick Mason fischiare con una moneta. Ma alla fine non furono pubblicate nel film. Seabirds venne successivamente pubblicata in 'The Pink Floyd Songbook' (Lupus Music/Music Sales, 1976). Una cover venne fatta da Langford and Kerr su 'Moving Soundtracks Vol.1'.


..........In viaggio a Cirrus Minor
Ho visto un cratere nel sole
Dopo migliaia di lune piene dopo...........





Testo

Heavy hung a canopy of blue
Shade my eyes and I can see you
White is the light that shines
Through the dress that you wore
She lay in the shadow of a wave
Hazy were the visions overplayed
Sunlight on her eyes but moonshine
Made her blind every time
Green is the colour of her kind
Quickness of the eye
Deceives the mind
Envy is the bond between
The hopeful and the damned



Traduzione

Greve discende la volta azzurra
Offre ombra al mio viso e ti guardo
Bianca è la luce che splende
Attraverso il vestito che indossi
Giaceva nell'ombra di un'onda
Tra visioni confuse esagerate
Nel suo sguardo c'era il sole ma le chiacchere
la rendevano ogni volta cieca
Verde è il colore di quelli come lei
Il guizzo degli occhi
inganna la mente
L'invidia è il legame
Tra chi spera e chi è dannato


Fonte:
http://www.pinkfloydsound.it/

Nessun commento:

Vota questo articolo