mercoledì 1 febbraio 2012

Pink Floyd -The Dogs of War

Pink Floyd - The Dogs of War (Album A momentary lapse of reason - 1987)



Registrato nei seguenti studi: Astoria, Hampton; Britannia Row Studios, Londra; A & M Studios, Los Angeles; Can Am Studios, Los Angeles;Village Recorder,Los Angeles;Mayfair, Londra; Audio International, Londra.
Dopo varie battaglie giudiziare succedutesi al desiderio di Waters di far terminare il ciclo dei Floyd (Gilmour e Mason l'ebbero vinta) uscì quest'album,che pur non essendo,a livello di testi,un capolavoro, segna il ritorno alla musica e alla sonorità tipica del gruppo. Questa volta a farla da padrone è la splendida chitarra di Dave Gilmour, ormai diventato il nuovo leader del gruppo, che si estende per quasi tutto l'album, rendendolo meno "verboso"di quanto non siano stati The Final Cut e The Wall. Prima del titolo definitivo si era ancora incerti sul nome dell'album. I più gettonati erano Of Promise Broken,Signs Of Life e Delusion Of Maturity, che lasciarono poi il posto a una strofa di One Slip appunto A Momentary Lapse Of Reason. Quest'album segna anche il ritorno di Richard Wright che però appare ancora come sessionman. Gilmour memore del poco supporto dato dal tastierista durante la lavorazione finale di The Wall,non era ancora disposto a farlo rientrare nel gruppo come membro ufficiale.







....Da sempre sono qui
Da sempre guardo oltre questi occhi
Sembra sia passata più d'una vita
Sembra sia passata più d'una vita....



Testo

Dogs of war and men of hate
With no cause, we don't discriminate
Discovery is to be disowned
Our currency is flesh and bone
Hell opened up and put on sale
Gather 'round and haggle
For hard cash, we will lie and deceive
Even our masters don't know the webs we weave
One world, it's a battleground
One world, and we will smash it down
One world ... One world
Invisible transfers, long distance calls,
Hollow laughter in marble halls
Steps have been taken, a silent uproar
Has unleashed the dogs of war
You can't stop what has begun
Signed, sealed, they deliver oblivion
We all have a dark side, to say the least
And dealing in death is the nature of the beast
One world, it's a battleground
One world, and they smash it down
One world ... One world
The dogs of war don't negotiate
The dogs of war won't capitulate,
They will take and you will give,
And you must die so that they may live
You can knock at any door,
But wherever you go, you know they've been there before
Well winners can lose and things can get strained
But whatever you change, you know the dogs remain.
One world, it's a battleground
One world, are we going to smash it down?
One world ... One world




Traduzione

Cani di guerra e uomini d'odio
Senza una causa,non discriminiamo
Scoprire è essere rinnegati
La nostra valuta è carne e ossa
L'inferno aperto e messo in vendita
Fatevi un giro e mercanteggiate
Per contanti mentiremo inganneremo
Persino i nostri padroni non sanno le trappole che tramiamo
Un mondo, è un campo di battaglia
Un mondo, e lo schianteremo
Un mondo...un mondo
Trasferimenti invisibili, chiamate internazionali
Risate vacue in atri marmorei
Passi compiuti, silenzioso tumulto
Che ha sguinzagliato i cani di guerra
Non puoi fermare quanto è iniziato
Firmato,sigillato,trattano oblio
Tutti abbiamo un lato oscuro,a dir poco
E commerciare morte è la natura della bestia
Un mondo, è un campo di battaglia
Un mondo, e lo schianteranno
Un mondo...un mondo
I cani di guerra non sanno negoziare
I cani di guerra non capitoleranno,
Prenderanno e sarai tu a dare
E dovrai morirai afinchè loro possano vivere
Puoi bussare a qualunque porta,
Ma ovunque andrai,saprai che saranno già passati
I buoni vincitori possono perdere,tutto può essere devastato
Ma per quanto tu cambi, sai che i cani resteranno.
Un mondo, è un campo di battaglia
Un mondo, e stiamo per schiantarlo?
Un mondo ... un mondo



fonte:
http://www.pinkfloydsound.it/




Nessun commento:

Vota questo articolo