mercoledì 3 agosto 2011

A proposito degli alieni....






Qualche mese fa, ricordo, che parlando con mio cognato Enrico ci convincemmo che forse era giunto il momento di documentarci ulteriormente sul fenomeno Ufo, Alieni, Alieni e rapimenti, e di abbozzare un documento, un e-book, un testo che potesse essere di utilità a chiunque. Ci prefiggemmo, infatti, di abbozzare quello che per noi sarebbe dovuto essere il nostro primo lavoro letterario. Ci accordammo che dovevamo fissare un periodo di tempo oltre il quale non avremmo potuto più temporeggiare e decidere sul da farsi, di pubblicare o meno il nostro lavoro.
Qualche giorno fa a Monreale, di comune accordo, abbiamo deciso di iniziare pubblicando il nostro lavoro in rete, luogo in cui abbiamo iniziato a documentarci sul fenomeno che tanto ci appassiona, e specificatamente sui nostri blog:


Iniziamo il nostro lavoro prendendo in prestito una delle più famose affermazioni di un genio del secolo scorso, Enrico Fermi, che durante gli anni che precedettero l'esplosione della prima bomba nucleare affermò: "Se l'Universo brulica di alieni....dove sono?"

Noi siamo più che convinti che gli alieni esistono, tenuto conto che nell'Universo oggi conosciuto, che si compone di circa 100 miliardi di Galassie ognuna delle quali racchiude qualcosa come 200 miliardi di Stelle, vi sono miliardi e miliardi di sistemi solari dove è possibile che la vita, così come la intendiamo noi esseri umani oggi, brulichi in modo assai variegato. Consideriamo il numero di Galassie: per fare un esempio dell'immensità dell'Universo facciamo finta, per un attimo, che le Galassie siano dei piselli. Per raggiungere il numero di cento miliardi di Galassie e quindi di cento miliardi di piselli, uno dopo l'altro, non basterebbe un intero palazzetto dello sport per contenerli tutti. Se poi vi spaventano le distanze fra un sistema solare e l'altro non preoccupatevi in quanto, benché oggi non abbiamo la tecnologia per raggiungere in tempi brevi la Stella a noi più vicina, Alfa Centauriche dista circa 4,365 anni luce, la distanza interstellare è per noi un problema che almeno dal punto di vista teorico è possibile ridurre drasticamente e di ciò ce ne ha parlato nel secolo scorso Einstein con la sua teoria della relatività generale, con la quale ha stabilito, fra l'altro, la possibilità (non si sa ancora come, n.d.r.) che si possa piegare lo spazio che ci circonda come se fosse un tessuto riducendo drasticamente le distanze fra un punto A ed un punto B; così facendo si potrebbero raggiungere il punto A ed il punto B attraverso la creazione di un wormhole e quindi avere la possibilità di raggiungere, anche a velocità inferiori a quelli della luce, un punto assai distante della nostra Galassia e/o di altre Galassie in tempi relativamente brevi.

Iniziamo il nostro racconto.



Una pittura rupestre rinvenuta in una grotta in Val Camonica, raffigurante possibili creature aliene viste dagli occhi di uomini primitivi. (Fonte: dalla rete)

A proposito degli alieni.. .

Se l’Universo brulica di alieni….. dove sono?
Enrico Fermi


di Francesco TOSCANO ed Enrico MESSINA



Palermo, Aprile 2011 inizio – Agosto 2011 fine




Tutti i diritti letterari di quest’opera sono di esclusiva proprietà degli autori.



Pagina 1


Questo libro è dedicato a chi crede nella “teoria del complotto”, a chi pensa che la storia, quella che ci hanno insegnato sui banchi di scuola, andrebbe riscritta; a quanti aspettano il 21 Dicembre 2012 con impazienza perché credono che a decorrere da quella data l'umanità entrerà in una nuova dimensione, la quarta; a chi aspetta da sempre di conoscere la verità, quella che il “ grande burattinaio” ha cercato di nasconderci insabbiando moltissimi fenomeni e fatti storici che sono avvenuti sulla Terra a decorrere dal 1947, fenomeni che alla stragrande maggioranza dell'umanità, all'uomo della strada, sono noti come fenomeni Ufo . Questo libro è la trasposizione in forma letteraria del blog:
“Gli antichi astronauti: dei per il mondo antico, alieni per quello moderno” raggiungibile all'indirizzo internet http:/anticoastronauta.blogspot.com/ .

Palermo, 28 Aprile 2011.

Francesco TOSCANO ed Enrico MESSINA


Dedicato a tutti coloro che hanno creduto nel nostro lavoro, nel nostro impegno profuso giornalmente per la ricerca della verità, quella che sconvolge e pone degli inquietanti interrogativi.

Francesco Toscano


Pagina 2



Premessa

L’uomo da sempre ha cercato di spiegarsi il mistero della vita: chi siamo, chi ci ha creati e perché, per quale motivo viviamo, cosa c’è dopo la vita stessa.
Il riferimento ad esseri soprannaturali, sia per giustificare fenomeni ed eventi più o meno normali, sia per cercare di dare un senso alla propria esistenza, è stato sempre presente in ogni essere umano.
La curiosità, la voglia di esplorare, di scoprire (aspetti più o meno oscuri) hanno accompagnato l’uomo nel suo cammino evolutivo dalla preistoria ad oggi. Negli anni duemila, nell’era dell’ipertecnologia, (dove la razionalità sembra avere il predominio su altri aspetti del nostro animo, tra cui quello religioso, ideologico, politico), la ricerca alle domande sopradette è più che mai attuale ed esigente.
La possibilità di dare un significato alla nostra vita richiede, oggi, risposte diverse dal passato; risposte che possono andare in direzione diverse da quelle a cui siamo stati abituati da sempre.
Fondamentalmente oltre alla dicotomia ateismo – religione, è possibile percorre un'altra via, per molti fantasiosa ed assurda, che giorno dopo giorno potrebbe diventare una certezza: la possibilità dell’esistenza di extraterrestri più avanzati rispetto a noi, che sono stati nostri precursori o che hanno innescato i meccanismi della nostra creazione e/o evoluzione. La strada da percorrere non è facile, che oltre ad uno scetticismo predominante ed una cattiva informazione, (o meglio disinformazione), segna la tendenza da parte dell’élite dominante di nascondere o rallentare la divulgazione di queste probabili verità.
Verità che non si è comunque in grado di occultare o nascondere veramente; ognuno di noi oggi è in grado di raccogliere prove e fatti. I moderni strumenti tecnologici, se da un lato possono favorire la falsificazione di prove o fatti o documenti, dall’altro sono lo strumento più potente per la conoscenza e la diffusione di tali verità.
La possibilità di dare una spiegazione diversa a questa vita, di andare oltre le nostre conoscenze, di ampliare la nostra mente, di incamminarsi verso percorsi apparentemente sconosciuti, (di certo immensi e più grandi delle nostre conoscenze), oggi è fattibile: ecco il perché di questo libro, che non pretende di poter dare una risposta ai tanti interrogativi che l’uomo moderno si pone, ma può proporre soluzioni ed alternative che vanno oltre le classiche e convenzionali risposte che la nostra cultura da sempre ci ha fornito.

Pagina 3


Al prossimo post!

Nessun commento:

Vota questo articolo