sabato 13 agosto 2011

The Doors - Riders on the Storm

Un classico tra i classici dei Doors di Jim Morrison. Riecheggia nel titolo e nell'andamento epico, stravolgendolo, un notissimo brano tradizionale americano, legato alla epopea del west, Ghost Riders In The Sky, ripreso anche dai Blues Brothers nel sequel del celebre film di John Landis (Blues Brothers 2000).

La canzone nacque un giorno in sala di registrazione, quando Jim Morrison si mise a cantare il testo di una canzone dal nome Ghost Riders in the Sky che velocemente cambiò inRiders on the Storm. Nella canzone Riders on the Storm, durante la fase di mixaggio i The Doors inclusero un effetto pioggia con dei temporali, che la rende ancora più misteriosa e piena d' atmosfera. Il 45 giri si piazzò alla posizione n°14.

"Riders on the Storm" è il tredicesimo singolo della discografia dei The Doors, mentre è il secondo estratto dall'album L.A. Woman.

Il disco è formato da claustrofobici e notturni paesaggi moderni, fatti di cemento e fango, ma non per questo asettici. Anzi, troviamo qui un calore umano ed una passione bruciante che da tempo mancavano nella musica della band. Troviamo una sempre maggiore influenza Blues ed un uso sempre minore della chitarra elettrica. Nasce così un nuovo suono Doors, questa volta unico ed inimitabile, non come quello mutuato da altri di “Morrison Hotel”. Magnifici esempi sono “The Changeling”, spumeggiante danza impressionista, o la title track, fangosa cavalcata metropolitana, condita da una sferzante prova di Morrison, che in questo disco cambia tono, come alla ricerca di un nuovo status. In “Cars Hiss By My Window” e “Been Down So Long” sembra un vecchio, ma ancora ardente, cantastorie Blues, in “L'America” un cinico ed ipnotico Lou Reed della psichedelia. Essa fa infatti il suo ritorno nei brani del gruppo, dopo un lungo letargo. La troviamo nei ricami subliminali di “Hyacinth House”.

“Crawling King Snake” è uno degli episodi più sulfurei e dal suono blues; un lento trip notturno. Ancora più potente e graffiante è “The WASP (Texas Radio and the Big Beat)”, marmorea e stordente esplosione blues, in cui Morrisonappare in splendida forma.

“Love Her Madly” fu un singolo di discreto successo, un Rhythm n’ Bluescolorato dalla tastiere ipnotiche di Manzarek, ancora una volta protagonista indiscusso delle musiche e marchio di fabbrica della band.

Tuttavia, questo disco verrà ricordato soprattutto per l’ultima traccia. Quel viaggio senza ritorno che è “Riders on the Storm”, la rinascita, la ritrovata vena poetica ed artistica, che corrisponde però alla fine. L’ultimo brano deiDoors non poteva che essere così. Quale gruppo se non i Doors ha confuso vita e morte, inizio e fine, luci e ombre. La fine della carriera dei Doors corrisponde proprio a quella tanto aspettata rinascita artistica. Un lavoro eccelso alle tastiere, suadenti e ficcanti come non mai, ed il canto desolato diMorrison, che declama sornione la sua poesia. Un’atmosfera riprodotta perfettamente, con il suono di un temporale a fare da cornice ai sette minuti di alterazione della psiche che formano questa “Riders On The Storm”. Un brano che evoca luoghi, materializza sensazioni e ci fa, ancora una volta, superare la Porte della Percezione. Come si può ben osservare, il punto d’arrivo corrisponde alla premessa iniziale.

Riders on the storm fa' riflettere sul significato dell'esistenza, sul perché si viene al mondo, sul perché si nasce con determinate predisposizioni, come nell'esempio della canzone con un assassino che gira per le strade.

CITAZIONE DAL TESTO

Riders on the storm

Riders on the storm

Into this house we're born

Into this world we're thrown

Like a dog without a bone

An actor out alone

Cavalieri della tempesta

in questa casa siamo nati

in questo mondo siamo stati gettati

come un cane senza l'osso

un attore dato in prestito



video

Testo

Riders on the storm
Riders on the storm
Into this house we're born
Into this world we're thrown
Like a dog without a bone
And actor out on loan
Riders on the storm

There's a killer on the road
His brain is squirmin' like a toad
Take a long holiday
Let your children play
If ya give this man a ride
Sweet family will die
Killer on the road, yeah

Girl ya gotta love your man
Girl ya gotta love your man
Take him by the hand
Make him understand
The world on you depends
Our life will never end
Gotta love your man, yeah

Wow!

Riders on the storm
Riders on the storm
Into this house we're born
Into this world we're thrown
Like a dog without a bone
And actor out on loan
Riders on the storm

Riders on the storm
Riders on the storm
Riders on the storm
Riders on the storm

Riders on the storm


Traduzione



Cavalieri Della Tempesta

Cavalieri della tempesta
Cavalieri della tempesta
Dentro questa casa siamo nati
Dentro questo mondo siamo stati gettati
Come un cane senza un osso
Un attore fuori a noleggio
Cavalieri della tempesta

C'è un asssassino sulla strada
Il suo cervello si sta contorcendo come un rospo
Prenditi una lunga vacanza
Lascia che i tuoi bambini giochino
Se dai un passaggio a quest'uomo
La dolce famiglia morirà
Un assassino sulla strada, si

Ragazza devi amare il tuo uomo
Ragazza devi amare il tuo uomo
Prendilo per mano
Fallo capire
Il mondo dipende da te
La nostra vita non finirà mai
Devi amare il tuo uomo, si

Wow!

Cavalieri della tempesta
Cavalieri della tempesta
Dentro questa casa siamo nati
Dentro questo mondo siamo stati gettati
Come un cane senza un osso
Un attore fuori a noleggio
Cavalieri della tempesta

Cavalieri della tempesta
Cavalieri della tempesta
Cavalieri della tempesta
Cavalieri della tempesta
Cavalieri della tempesta

Nessun commento:

Vota questo articolo