giovedì 22 marzo 2012

Pink Floyd - run like hell live

Pink Floyd run like hell  - (Album The Wall) - 1979


.....Scendendo attraverso le nuvole
I ricordi arrivano scorrendo veloci fino a raggiungermi ora
Nello spazio fra i cieli
E nell'angolo di qualche campo straniero
Ho fatto un sogno
Ho fatto un sogno. 
Arrivederci Max
Arrivederci mamma.....

Registrato presso i Super Bear Studios, Miravel, Francia, CBS-New York,Producers Workshop,Los Angeles,tra l'Aprile e il Novembre del 1979. Ebbe un costo di 700.000 dollari. Per i tour di The Wall fù pensato di utilizzare una sala da concerto mobile,una specie di tendone gonfiabile a forma di verme soprannominato "La lumaca",lungo 120 metri e largo circa 30,in modo che potessero contenere 5000 persone, purtroppo restò un progetto inutilizzato. I concerti con lo spettacolo completo furono eseguiti solamente in 4 posti con più repliche: al Los Angeles Sport Arena, al Greater Nassau Coliseum, New York, entrambi nel Febbraio 1980; al Wastfallenhallen a Dortmund in Germania (febbraio 1981)e ad Earl's Court a Londra (agosto e giugno 1981) In questo album Richard Wright appariva come session man e non più come membro del gruppo,e anche Gilmour iniziava ad avere delle controversie con Waters. Pur rivendicando la paternità di tutto il lavoro sull'album da parte di Waters, bisogna riconoscere il lavoro di Gilmour e Bob Ezrin che contribuirono non poco alla realizzazione del medesimo. Da ricordare infine che Comfortably Numb era una canzone scartata dal primo album solo di David Gilmour. Venne scartata dall'album What Shall We Do Now? (nonostante sia poi stata suonata ai concerti) e al suo posto inserita Empty Spaces più corta e con la medesima melodia. 

Corri, Corri, Corri, Corri, Corri, Corri, Corri, Corri,
Corri, Corri, Corri, Corri, Corri, Corri, Corri,
E’ meglio che ti trucchi
col tuo travestimento preferito.
Con le labbra serrate e
con gli occhi sbarrati.
Col sorriso vuoto
E il cuore affamato.
La senti la bile crescere dal tuo passato colpevole.
Con i nervi a pezzi
Quando il battente picchia
E i martelli buttano
Giù la porta.
E’ meglio che fuggi.


Live Atlanta 1987





Corri, Corri, Corri, Corri, Corri, Corri, Corri, Corri,
Corri, Corri, Corri, Corri, Corri, Corri, Corri, Corri.
Faresti meglio a correre tutto il giorno
E scappare tutta la notte.
Tenerti i tuoi luridi istinti
Dentro in profondità.
E se porti fuori la fidanzata stasera
Faresti meglio a parcheggiare la tua auto
Ben nascosta.
Perché se ti beccano sui sedili posteriori
ad accarezzarle i boccoli,
Ti riportano da tua madre
In una scatola di cartone.
E’ meglio che corri.


Live at Earl's Court 1980





testo

You better run like hell
You better make your face up in
Your favourite disquise
With your button down lips and your
Roller blind eyes
With your empty smiler
And your hungry heart
Iced the bile rising from your quilty post
With your nerves in tatters
When the cockleshell shattens
And the hammers butter
Down the door
You better run like hell
You better run all day
And run all night
And keeps your dirty feelings
Deep inside
Take your girlfriend
Out tonight,
You better park the car
Well out of sight
Cos if they catch your in the back scat
Trying to pick her looks
They're gonna send you back to mother
In a cardboard box
You better run

fonte:

http://www.pinkfloydsound.it



Nessun commento:

Vota questo articolo