mercoledì 1 dicembre 2010

A..to figghiuzzu un ci rici nienti.......

Ennessima vittoria dei 7 nani ieri sera per 9-6 ma nonostane ciò per la seconda settimana di fila si sono vissuti momenti di tensione tra i nani in particolare tra Dotto e Cucciolo per colpa di quest'ultimo reo di essersi arreso durante un contrasto con un avversario.........a quel punto inkazzato usciva per far posto a Gongolo che durante un azione di contropiede solo davanti il portiere cicca la palla clamorosamente è dall'alto dei cieli si sentì una voce che tuonava.." uora a to figghiuzzu un ci rici nienti......" nascono tensioni fra di loro anche durante la partita...ma alla fine va bene così serve a crescere l'importante era vincere.
E' si è vinto pure bene si è giocato palla a terra nonostante un ventaccio di scirocco, buona circolazione della palla, aggressivi sulle fasce e poi un plauso al nano Solange-Cambiasso che metteva sempre il piedino malefico nel contrasto e recuperava palloni........
Nota stonata a fine partita un omino bassino che si avvicina con aria superiore per chiederci cosa abbiamo fatto...e per comunicarci che loro avevano vinto 22-3 e lui aveva segnato 13 goal.......
BHoooooooooooooooo......

3 commenti:

Cucciolo ha detto...

Ho sbagliato !!!! dovevo dire " .. a to cumpari..." e non "..a to figghiuazzu"; a parte gli scherzi voglio scusarmi pubblicamente con Gongolo per averlo tirato in ballo in questo battibecco da donnine di facili costumi da due soldi che ho avuto con Dotto, ma quest'ultimo in certi frangenti deve capire che alcuni di noi fanno un lavoro massacrante (fase di copertura e fase d'attatto in appoggio a Gongolo), specialmente quando gli avversari sono più freschi e veloci di noi.Comunque la prova di tutti è stata superba e non porto rancore a nessuno. Hasta la victoria siempre !!!

GONGOLO ha detto...

Tranquillo nn dovevi scusarti.....ma lo sai me cumpari pretende cose che ormai noi a 40 anni nn possiamo più fare......deve sapersi accontentare.....

mammolo ha detto...

la colpa di tutto è come sempre di dotto: lo odio

Vota questo articolo