martedì 23 novembre 2010

la verità sugli allenamenti di merlino

Volendo dividere il percorso in due parti, per una migliore comprensione delle sue fatiche, merlino nella prima parte,(FOTO 1), cioè da casa sua alla piazza di baida percorre, arrotondando per eccesso, circa 650 mt., (fonte google earth), tutti in leggera salita e pianura. Da qui risulta un consumo calori quasi nullo con insignificante sforzo aereobico. Ovviamente alla fine della prima parte del percorso è previsto il primo punto di ristoro e rifornimento alimentare (in genere caponata, pasta al forno ed un paio di panini).





Più impegnativa la seconda parte, (FOTO 2) da piazza baida a boccadifalco, dove il nostro eroe percorre circa 1650 mt. Di cui la metà in una salita di media difficoltà, mentre il resto del percorso è in pianura e in discesa fino alla piazza di boccadifalco (sempre fonte google earth).
Qui il consumo calorico aumenta e l'atleta arriva consumare le calorie assunte mangiando la solita merendina prima della partenza, mentre il leggero affaticamento, che giustamente può derivare è provocato soprattutto dallo smog delle macchine che si incontrano lungo il cammino.
Alla fine stremato, il novello eddy merchx viene giustamente rifocillato con vino, carne e dolci.



In totale merlino percorre circa 2300 mt di cui più della metà in pianura e discesa. Non si hanno invece notizie sulle modalità del ritorno, (anche se si pensa che possa rientrare a brdo della propria ammiraglia dopo essersi fermato al bar per un cappucccino ed un cornetto prima di pranzo).


3 commenti:

Anonimo ha detto...

Costui dunque è un falso ed un lestofante illudendoci di compiere fatiche sovra umane per noi

il capitano ha detto...

il ritorno è stato il contrario dell'andata per cui ciò che era salita è diventata discesa e viceversa.. la pendenza dei tornanti è ben visibile dalle foto ..

fenomeno ha detto...

c'e chi dice che si porti la macchina fotografica cosi da avere scusa per fermarsi a rifoccilarsi..e visto le tante foto...

Vota questo articolo