giovedì 11 novembre 2010

BUNGA BUNGA

C'e' voglia di bunga bunga, i media hanno decretato il loro prescelto,il palazzo si accoda,gli arbitri eseguono. E' ormai chiaro ai piu' che andazzo sta prendendo questo torneo, uno dei piu' poveri tecnicamente e qualitativamente del dopoguerra, si stanno stendendo tappeti rossoneri per accompagnare in pompa magna la squadra dell' imperatore massimo di Arcore. Ieri ne abbiamo avuto l'ennesima conferma, nella vittoria contro il Palermo, arbitrata a senso unico ed incanalata verso una direzione ben precisa.

Prima delle nefandezze di mercoledi' sera, ci sono stati altri episodi che ci fanno ben capire chi debba vincere quest'anno lo scudetto, ne cito due per tutti, la squalifica di Krasic (l'unico giocatore che verra' punito per aver accentuato una caduta, sono pronto a scommetterci) guarda caso proprio prima della partita contro i “mediafriends” rossoneri e la disparita' di trattamento riservata al simulatore carioca Robinho. Tralasciando altri episodi evidenti che in questo scorcio di campionato hanno contribuito a gonfiare le vele milanesi, sono sicuro che il tuffo di Ambrosini passeràinosservato, figuriamoci se possa mai venire squalificato prima del derby. I media, i forcaioli giacobini quando si tratta di infierire sui colori bianconeri, cosa fanno quando c'e di mezzo la squadra del Padrone? Semplice, tacciono, si girano dall'altra parte. Dove e' il “serio” Pistocchi quando certi favori capitano alla compagine del suo “Dio”? Dove sono tutti quei giornalisti pronti a lanciare palate di fango quando di mezzo c'e' una zebra? Ve lo dico io dove sono, sono impegnati in qualita' di “camerieri” ad imbandire la tavola del “capofamiglia”. Certo e' logico, quando un proprietario investe ( buona parte in nero), quel popo' di cifre per allestire l'attacco della sua squadra, si aspetta come minimo che i suoi sforzi monetari vengano ricambiati con una vittoria,pulita o sporca che sia. E la' dove non arrivino i giocatori con le loro prodezze, ci penseranno le giacchette nere a fischiare la musica della vittoria, il tutto mentre coloro che affollano le panchine televisive, si voltano dall'altra parte pronti a suonare il bunga bunga in onore del loro superiore.

1 commento:

ultras liberi ha detto...

La tua è tutta invidia cara sagoma come sempre!!! tu hai solo odio nel cuore fai parte di quella schiera di magistrati-ultras ke attacca il presidente x qualunque motivo vuoi xke tokkiccia le minorenni e tu le granny vuoi xke vince scudetti e tu manco la coppa italia

Vota questo articolo