giovedì 22 luglio 2010

i fratelli sneijder


Di origini protestanti-calvinisti-lutero-clericali-ortodossi borghesi, gli avi dei fratelli sneijder da Oudewater (olanda), per motivi religiosi ed economici (creditori in numero sempre più crescente), si trasferirono nella lontana palermo verso il XVIII secolo circa.
Lì trovarono un ambiente accogliete presso la foce del fiume oreto dove abilmente organizzarono un fitto commercio di mercanzie; e venendo a contatto con marinai di ogni nazione ne trovarono un paio di provenienza scozzese appartenenti al clan dei mac messin che insegnarono loro una strana arte praticata con una sfera rotonda. Gli antenati dei fratelli sneijder divennero ben presto abilissimi in tale pratica che trasmisero di generazione in generazione fino ai tempi d'oggi dove 3 validi discendenti, (2 viventi non poco lontano dal luogo in cui si stabilì l'originario clan (via Sirio)), ( un terzo mandato far fortuna al nord dove porta ai migliori successi una nota squadra milanese), sono degni rappresentanti di tale attività.
Attaulmente i 2 sneijder della via sirio hanno fondato una comuntità autonoma equo-solidale perfettamente distaccata dal resto della società incastonata tra la guadagna e borgo ulivia (a cui appartengono i migliori elementi del calcio siciliano come johnny rosato, bengalino, alberto il pazzo i fratelli ingrassia, il figlio del signor richichi, mezzatesta e forse il più talentuoso di questa comunità tale enrico messina, fedelissimo seguace degli sneijder: (alcune leggende non confermate parlano di questo enrico messina come essere superiore in grado di effettuare ogni 3-4 mesi stupende prestazioni calcistiche subito dopo una sessione di pesi o di perdita di potassio, taluni dicono di averlo visto correre avanti e indietro per i campi di calcetto con un ginocchio fratturato e comunque giocare meglio di gente (della via casalini) perfettamente integra). In questa comune i fratelli trasmettono i segreti dell'arte del calcio a chiunque ne abbia voglia. E' però un percorso lungo ed arduo e non tutti ci riescono molti ad esempio come i chiovaro clan rivale, che tenta vagamente ed inutilmente di imitare l' arte sopraffina del pallone, non hanno doti , qualità e quel quid che contraddistingue gli sneijder che rimangono il punto di riferimento del calcio palermitano.
cuore-grinta-tecnica-prestanza fisica-tenacia-coerenza-gratitudine-potenza-velocità- sono qualità che troviamo tutte nei fratelli sneijder e che nessun altro individuo è in grado di possedere contemporaneamente.

Nessun commento:

Vota questo articolo