martedì 12 gennaio 2010

Niente di nuovo nel 2010.

La Via Sirio conferma la propria inconsistenza, per chi sperava di vedere la via Sirio Vincere ed esultare non c'è stato niente da fare, tutto rimandato al 2011, forse.
La via Sirio riesce a perdere contro una pseudo squadra assemblata all'ultimo momento, composta da qualche pseudo giocatore del dopo lavoro ferroviario, dal capitano e dal sottoscritto.
Si fa presente che nel 2010 sono state disputate due partite ed in funzione di questo si può stilare la prima parziale ma significativa classifica:
Messina PARTITE GIOCATE 2 vinte= 1, perse= 1;
Fenomeno PARTITE GIOCATE 2 vinte= 1, perse= 1;
Tuttoilmondo PARTITE GIOCATE 2 vinte= 1, perse= 1;

il Capitano Partite giocate 2 vinte= 2, perse= 0;
Mancino Partite giocate 2 vinte= 2, perse= 0;

11 commenti:

il capitano ha detto...

ottime puntualizzazioni..

il capitano ha detto...

dimenticavi: solange partite giocate 2 vinte 1 perse 1

il capitano ha detto...

e picone: partite giocate 1 0 vinte 1 persa

ultras liberi ha detto...

Abbiamo perso esclusivamente x il grav handicap fisico che ha colpito beppe chiovaro

fenomeno ha detto...

e poi quella di ieri io la metterei tra le vittorie soto di vari gaol e venti minuti dala fine la via sira a serrato i ranghi a e a buttato il cuore oltre l'stacolo, poteva essere un a disfatta ma nn lo e stata e a 2 minuti dalla fine la palla del pareggio ha deciso di danzare sula linea di porta senza varcala per un pareggio meritato frutto dell'orgoglio del cuore siriano che nn domo anche nelle difficolta oggetive (vedi settiama di passione mia , palestra alle 8 del muto e nn si capisce il perche anche di renato, lotanaza di quesi un mese dai campi di gioco di picone)nn si e arreso dimostrando che sono romai lontano i tempi bui in cui i siriani perdevano regolarmete ... Avanti siriani con questo spirito il prossimo toreno si arriva tra la prime 4 onere al merito

il capitano ha detto...

se non vi abbiamo surclassato è stato merito di beppe compagno che giocava con noi non passava un apllone non tronava in difesa e ha fatto due o tre gol su 30 tiri effettuati..
ha fatto pure una rovesciata colpendo in testa il fenomeno..
e portando un cronometro e dettando i cambi per tutte e due le squadre per punire sempre il fenomeno..
ma unni u pigghiasti a chistu?

il capitano ha detto...

ma poi ch eti dico a te beppe compagno che non sai neanche chi è?
e ti ritieni tifoso del palermo..

fenomeno ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
fenomeno ha detto...

visto che mi stuzzichi ora ti devo rispondere..ma andiamo per gradi-per quanto rigurda la partita dovevate vincere facile facile visto l'amico del guasrna cusa il le mie precarie condizioni fisiche mi era superire, considerando poi anche il guarna era superire a renato (quando si inventa attacante) che solange versione cattiva vale te enrico vale alessandro e picone vale il grezzo la vittoria doveva essere vostra.. se nn che sul 6 a 2 ci stavate riuscendo e gia sentivo qualche coretto che e poi rimasto strozzato nelle gole in quanto e uscito lo spirito mai dono dei nuovi siriani e per poco si vinceva..per quanto poi riguarda il giocatore del palermo citato se nn erro a giocato in maglia rosanero sul finire degli anni 90 quando il palermo putroppo in quegli anni nn adava benissimo ..ma che te lo dico a fare..ps e vero che la mia prima squadra e l'inter e che tranne nelgi ultimi 10 anni nn il mio interresente per il palermo e stato al quanto scarso e di questo me ne rammnarico ma ora le cose sono diverse negli ultimni anni e stato un crescendo e chi lo sa magari in futuro diventara la mia prima squadra come dovrebbe esere per ogni vero palermitano..intanto si divide il mio cuore calcistico con l'inter e a proposito saluta la capolista

sagoma ha detto...

consiglio al fenomeno di postare commenti non oltre le 23,00.
IL tuo commento scritto alle 02.51 è palesemente viziato dalla mancanza di lucidità mentale, sarebbe stato meglio dormire e poi scrivere.
con affetto il tuo amico Alessandro.

fenomeno ha detto...

anche piu di lui saluta la capolista

Vota questo articolo