lunedì 7 dicembre 2009

Poesie

Esattamente tre anni fa 2 giovani impiegati davano vita ad un concorso di poesie. Di seguito due delle più belle...

pensava il divin porcello
quando al mattino si svegliava presto
odorar le mutande sarà bello
così entrare nell'altra stanza era lesto
frugava tra i cassetti
il suo gioco era perverso
per cercare mutande e corpetti
nemmeno un minuto andava perso
tornava indietro tra le sue mura
le mutande della diletta si infilava
la minkia gli si faceva sempre più dura
e dentro ci sborrava

in macchina nelle gallerie
alle sue prede della radio fa cambiar canale
così si accendono le sue fantasie
a tentar un rapporto anale
ma ben presto ha già finito
non gli resta che il suo dito
lo insaliva e non si pente
perché adesso lei qualcosa sente

Nessun commento:

Vota questo articolo